Premio Internazionale Bice Bugatti – Giovanni Segantini

2018 Cinquantanovesima edizione

59premio bice bugatti segantini
L’Amministrazione Comunale di Nova Milanese, con l’Alto Patrocinio della Regione Lombardia e con il Patrocinio dall’Accademia di Belle Arti di Brera, coltivando fedelmente la tradizione, ha affidato alla Libera Accademia di Pittura “Vittorio Viviani” la responsabilità dell’organizzazione dell’edizione del 59° Premio Internazionale Bice Bugatti – Giovanni Segantini che si terrà in due periodi: da sabato 9 giugno a domenica 29 luglio e da sabato 8 settembre a sabato 29 settembre.

Questa edizione è realizzata in collaborazione con l’associazione Bice Bugatti Club che ha coordinato la partecipazione di Proyecto mARTadero (Bolivia), Curatorial Bureau (Berlino) e VKB – Verein Berliner Künstler (Berlino).

Il Comitato Scientifico di questa edizione composto da:

  • Franco Marrocco Presidente, direttore dell’Accademia di Belle Arti di Brera
  • Alessandro Savelli Direttore artistico della Libera Accademia di Pittura di Nova Milanese
  • Giovanni Iovane critico d’arte e docente all’Accademia di Belle Arti di Brera

La sezione “Progetti Internazionali”:

  • Dermis León curatrice indipendente e critica d’arte (Berlino)
  • Fernando García Barros Direttore del proyecto mARTadero
  • Magda Rossi Coordinatrice Area Arti Visive proyecto mARTadero (Cochabamba, Bolivia)
  • Christian Zecchin Architetto (Milano)

Il Comitato Scientifico ha designato come curatrice della 59.esima edizione del Premio Internazionale Bice Bugatti – Giovanni Segantini: Martina Corgnati, Critica d’arte e Prof.ssa di Storia dell’Arte, Accademia di Belle Arti di Brera.

La 59.esima edizione del Premio Internazionale Bice Bugatti – Giovanni Segantini è strutturata in quattro sezioni a invito diretto e un evento speciale, così suddivisi:

A) Premio alla carriera
Premio alla Carriera Bice Bugatti – Giovanni Segantini costituito da un premio acquisto messo a disposizione dall’Amministrazione Comunale di Nova Milanese. In occasione dell’assegnazione del Premio verrà allestita una mostra personale a cura di Martina Corgnati nelle sale di Villa Brivio e sarà pubblicato un catalogo. Il vincitore del Premio alla Carriera sarà comunicato durante la conferenza stampa il 25 maggio presso l’Accademia di Brera (Sala delle Adunanze).
B) Sezione Artisti su invito
La curatrice Martina Corgnati selezionerà una serie di giovani talenti che saranno presentati durante quest’edizione. Il Premio Bice Bugatti – Giovanni Segantini rivolge la propria attenzione ai giovani talenti dell’ambiente artistico italiano. La mostra della Sezione artisti su invito verrà allestita presso le sale del Piano Nobile di Villa Vertua. L’elenco degli artisti selezionati sarà comunicato durante la conferenza stampa il 25 maggio presso l’Accademia di Brera (Sala delle Adunanze).
C) Progetti Internazionali
Dal 2009 il Premio Internazionale Bice Bugatti – Giovanni Segantini ha promosso una serie di progetti internazionali in collaborazione con l’associazione no profit Bice Bugatti Club:

  • CUBA. UN LABORATORIO DI ARTE PERMAMENTE. In collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Brera, il primo progetto internazionale 2018 è stato dedicato a Cuba e in particolare alla figura di Jorge Fernandez Torres, direttore del Museo Nazionale di Belle Arti e delle ultime due edizioni della Biennale de L’Avana. È stata organizzata la conferenza “Cuba. Un laboratorio di arte permanente” in data 15 marzo presso l’Accademia di Brera e a seguire è stata allestita una mostra omonima di otto artisti cubani appartenenti alla collezione del Bice Bugatti Club, visibile dal 16 al 31 marzo presso le sale della Libera Accademia di Pittura “Vittorio Viviani”.
  • KOMOREBI. ITALIAN ABSTRACTION. In collaborazione con la curatrice indipendente Dermis P. León (Curatorial Bureau, Berlino) è stata organizzata la mostra Komorebi. Italian Abstraction che raccoglie le esperienze di tre artisti italiani, Italo Bressan, Franco Marrocco e Alessandro Savelli, già presentati nel mese di luglio 2017 presso VKB – Verein Berliner Künstler (Berlino). L’esposizione è rimasta aperta al pubblico dal 21 aprile al 6 maggio presso Villa Vertua. In occasione del finissage è stato presentato un catalogo con testi critici
    e d’approfondimento della curatrice Dermis P. León e del critico d’arte Giovanni Iovane. Con questa mostra, Bice Bugatti Club, assieme a Curatorial Bureau e VBK, mira a creare una nuova e distinta collaborazione che promuove scambi tra le istituzioni e gli artisti di due differenti paesi e possibili e più frequenti città.
  • WORK WORKS. In collaborazione con l’associazione Proyecto mARTadero, il progetto Work Works, nasce da un’idea di Luigi Rossi (Bice Bugatti Club), curato da Magda Rossi (Coordinatrice Area Arti Visive Proyecto mARTadero) e Fernando García Barros (Direttore del proyecto mARTadero), sarà presentato al pubblico dal 9 giugno al 1 luglio sulle pareti esterne della sede della Libera Accademia di Pittura “Vittorio Viviani”, coinvolgendo così la piazza, le vie e i passanti. Work Works è una serie di tele di unico formato (3 x 3 m) che invita gli artisti a riflettere liberamente sul tema del lavoro. Dopo il primo ciclo di lavori a partire dal 2013, il progetto è approdato in Sudamerica, dove sono stati realizzati murales e dipinti in nuovi contesti urbani, che tornano a Nova Milanese in occasione del Premio.
  • BERLINER LUFT. In collaborazione con Dermis P. León (Curatorial Bureau, Berlino) e VKB – Verein Berliner Künstler (Berlino), la mostra Berliner Luft proporrà le opere di otto artisti tedeschi dal 7 al 29 luglio presso Villa Vertua. Come per la mostra Komorebi, il progetto rientra nello scambio tra VBK (Berlino) e il Bice Bugatti Club e introduce artisti che hanno attraversato la scena berlinese prima e dopo la caduta del muro e artisti emergenti di fama internazionale.
  • COMRADE ANIMALS. Un progetto a cura del collettivo Parasite 2.0 ospitato dall’8 al 22 settembre presso le sale di Villa Vertua. Comrade Animals riprende alcune riflessioni, concentrate nella pubblicazione Primitive Future Office, su possibili processi di emancipazione dell’habitat umano dalle consuete strutture gerarchiche. Possiamo oggi, riguardando allo spirito che guidò i grandi cambiamenti del ’68, immaginare un futuro che metta in crisi l’antropocentrismo? Il progetto proposto accosta tre artisti o progettisti ad altrettanti professionisti dal mondo delle scienze sociali e umane, spingendo una riflessione interdisciplinare sulle implicazioni dell’antropocentrismo e sul nostro rapporto con gli altri esseri viventi nel modo con cui diamo forma allo spazio che abitiamo.
D) Progetti speciali
  • GIOVANNI FRANCESCO BUGATTI. L’INCISORE E NOVA NEL ‘600. Per valorizzare il legame tra Nova Milanese e il Bice Bugatti Club, la mostra Giovanni Francesco Bugatti. L’incisore e Nova nel ‘600 ha dedicato un approfondimento all’opera dell’incisore del XVII secolo Francesco Bugatti dal 10 al 31 marzo a Villa Brivio. In occasione della mostra è stato pubblicato anche un catalogo con approfondimenti sull’autore.
  • ARTE E POLITICA. A cinquant’anni dai fermenti del ’68 il tema “Arte e Politica” segna il filo conduttore di progetti in collaborazione con l’associazione no profit Bice Bugatti Club e KABUL Magazine. La curiosità sul 1968 nasce dal fatto che quell’anno rappresenta anche l’unico vuoto nella ininterrotta serie di edizioni del Premio Bice Bugatti – Segantini: il motivo fu la “contestazione”. Si tratta di progetti dal respiro internazionale e locale volti a reinterpretare e comprendere quel periodo storico.

2.1 “Il ’68: contestazione giovanile e lotta per il diritto allo studio. Dall’autogestione studentesca del ’68 alle nuove forme di rappresentanza l’emergere della gioventù come gruppo sociale a sé”. In collaborazione con l’associazione culturale KABUL Magazine, si sono sviluppate da marzo fino a settembre una serie di attività con l’obiettivo di affrontare il caso-studio del Sessantotto per fornire una lettura eterogenea e non ideologica di quei fenomeni che hanno segnato la fine e l’inizio di un’epoca fino a rintracciarne l’eredità nell’attuale contesto sociopolitico e culturale. Ad oggi sono state realizzate due sessioni di co-gestione presso il Liceo Ettore Majorana di Desio e il Liceo Nanni Valentini di Monza. I prossimi incontri sono previsti a settembre presso il Bloom di Mezzago, durante il quale il Sessantotto verrà affrontato da una prospettiva legata al costume, alle mode e alle tendenze portate dalla musica e dal cinema, e un talk ospitato dall’Accademia di Belle arti di Brera. Il progetto di ricerca verrà restituito attraverso la pubblicazione di un catalogo cartaceo che conterrà le testimonianze degli incontri e l’analisi dei confronti ottenuti.

Il Bice Bugatti Club coordinerà direttamente approfondimenti, mostre-conferenze e un concorso fotografico rivolto agli studenti:

2.2 “Nova, le donne e il ‘68”. Presentazione del numero speciale del Giornale della LAP, un fascicolo storico con testi di Davide Spinelli e Rossana Cinquanta, dedicato alla ricostruzione dei cambiamenti sociali e culturali a fine anni Sessanta osservati nell’ambito di Nova Milanese. 1 giugno, Villa Brivio.

2.3 “Nova e dintorni: raccontiamo il ‘68”. In collaborazione con il Circolo ARCI di Nova Milanese. L’evento si terrà nel mese di giugno il presso la sede ARCI e approfondirà i movimenti giovanili e le rivendicazioni operaie, attraverso brevi ricostruzioni e testimonianze su ciò che accadde a Nova e dintorni, inserite tra i principali fatti nazionali e internazionali con una piccola mostra di fotografie e di pagine di riviste e quotidiani d’epoca. Si discuterà dell’eredità del ’68 nel mondo del lavoro e cosa gli studenti di oggi sanno di quel periodo.

2.4 “Premio Bice Bugatti: la discontinuità del ‘68”. Una mostra nel mese di settembre che ricostruisce e approfondisce la contestazione al Premio e la mancata edizione del 1968.

  • PROGETTI DI VALORIZZAZIONE DEL PREMIO BICE BUGATTI – GIOVANNI SEGANTINI

3.1 Il Premio Bugatti Segantini nelle immagini degli allievi di Brera. Il Bice Bugatti Club in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Brera realizza un progetto a cura di Marco Baldassari e realizzato da alcuni allievi di Scuola di Valorizzazione dei Beni Culturali che vuole valorizzare la storia e i luoghi del Premio, esprimendone i contenuti creativi. Il progetto sarà esposto in una mostra dal duplice appuntamento: a luglio all’interno della manifestazione “Accademia Aperta” presso Brera e dall’8 al 29 settembre presso Sala Gio.i.a. a Nova Milanese. Il progetto sarà raccolto in una pubblicazione.

3.2 Video-storia del Premio Progetto realizzato dalla Libera Accademia di Pittura “Vittorio Viviani”, film realizzato da Christian Zecchin che racconta per immagini la storia del Premio dal 1959 sino alle ultime edizioni. Il video sarà presentato al pubblico il 16 giugno in occasione della Cena con l’arte (vedi di seguito).

3.3 “Il mio tempo in uno scatto”. Mostra fotografica realizzata sulla base di un concorso fotografico rivolto al Liceo Ettore Majorana di Desio e Liceo Nanni Valentini di Monza. Attraverso lo strumento fotografico, i ragazzi saranno invitati a riflettere sulla loro condizione di studenti. La mostra si terrà nel mese di settembre negli spazi di Nova Milanese.

Luigi Emanuele Rossi

Comitato organizzativo del Premio

Alessandro SavelliDirettore artistico LAP

Programmazione in corso

EVENTO SPECIALE: CENA CON L’ARTE

Come gli scorsi anni, sarà proposta l’iniziativa Cena con l’arte, evento conviviale realizzato in collaborazione con il Comune di Nova Milanese, l’Associazione Philo, il Bice Bugatti Club, la Libera Accademia di Pittura Vittorio Viviani e con la straordinaria partecipazione dell’AVIS Nova che festeggia il 60.esimo anno di fondazione. La Cena con L’Arte avrà luogo sabato 16 giugno 2018 presso il Cortile di Villa Brivio.

SEDI:

Tutti i lavori saranno esposti nelle sedi espositive di Nova Milanese: Villa Brivio, Villa Vertua Masolo e Casa delle Arti e dei Mestieri.

Condividi